Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Misure adottate in Italia

 

Misure adottate in Italia

07/06/2021

Il Decreto Legge n. 52 del 22 aprile 2021 delinea il cronoprogramma relativo alla progressiva eliminazione delle restrizioni rese necessarie per limitare il contagio da virus SARS-CoV-2, alla luce dei dati scientifici sull’epidemia e dell’andamento della campagna di vaccinazione.

Il testo del provvedimento conferma l’impostazione basata sull’individuazione di quattro fasce, bianca, gialla, arancione e rossa, corrispondenti a diversi livelli di criticità nelle regioni del Paese (la cui lista è sottoposta a periodiche revisioni) ed a misure progressivamente più restrittive.

Le misure in vigore nelle diverse aree

Dal 7 giugno le Regioni saranno così ripartite:

- zona bianca: Abruzzo, Friuli Venezia Giulia, Liguria, Molise, Sardegna, Umbria, Veneto, Provincia autonoma di Bolzano, Provincia autonoma di Trento.

- zona gialla: , Basilicata, Calabria, Campania, Emilia Romagna, Lazio, Lombardia, Marche, Piemonte, Puglia, Sicilia,Toscana, Valle d'Aosta,.

- zona arancione: nessuna

- zona rossa: nessuna

A partire dal 7 giugno, il divieto di circolazione notturna è applicato dalle ore 24 alle ore 5, tranne che nelle regioni in zona bianca dove sarà possibile spostarsi senza limiti di orario.

Per i dettagli sulle misure nelle diverse aree si rimanda all’apposita pagina sul sito del Governo. In estrema sintesi:

- nelle zone bianche vigono le norme meno restrittive;

- nelle zone gialle, a partire dal 26 aprile è stato abolito il divieto di spostarsi da una regione gialla all’altra; è possibile andare a trovare parenti e amici fino ad un massimo di quattro persone (minori di 18 anni esclusi); dal 1 giugno è nuovamente possibile essere serviti in bar e ristoranti anche al chiuso, ; sono riaperti cinema e teatri per un numero di spettatori al 50% del totale dei posti disponibili; dal 1 luglio saranno riaperti parchi tematici e terme; i musei sono aperti solo nei giorni infra-settimanali e – su appuntamento – nei fine settimana;

- nelle zone arancioni, sono vietati gli spostamenti al di fuori del proprio comune, salvo in presenza di “certificati verdi” (tampone effettuato nelle 48 ore precedenti o vaccini nei sei mesi precedenti, guarigione dal Covid non oltre i sei mesi precedenti); i bar sono aperti per asporto solo fino alle 18, mentre i ristoranti fino alle 22 sempre da asporto;

- nelle zone rosse sono vietati gli spostamenti anche all’interno del proprio comune; nelle zone arancioni e rosse, tuttavia, è possibile muoversi per motivi di salute, lavoro o necessità con autocertificazione ed è possibile uscire dalla regione o entrarvi in presenza di un “certificato verde”; bar e ristoranti restano chiusi.

A fini di prevenzione della diffusione dei contagi, è raccomandato di scaricare la app “ Immuni ”, che permette con il ricorso alla tecnologia bluetooth e nel rispetto della riservatezza, di avvertire gli utenti circa eventuali contatti ravvicinati con persone rivelatesi successivamente positive al Covid-19.


Luogo:

adiacenze

568