Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Misure adottate in Italia

 

Misure adottate in Italia

13/09/2021

Il Decreto Legge n. 52 del 22 aprile 2021 delinea il cronoprogramma relativo alla progressiva eliminazione delle restrizioni rese necessarie per limitare il contagio da virus SARS-CoV-2, alla luce dei dati scientifici sull’epidemia e dell’andamento della campagna di vaccinazione.

Il testo del provvedimento conferma l’impostazione basata sull’individuazione di quattro fasce, bianca, gialla, arancione e rossa, corrispondenti a diversi livelli di criticità nelle regioni del Paese (la cui lista è sottoposta a periodiche revisioni) ed a misure progressivamente più restrittive.

A partire dal 6 agosto, è stato inoltre introdotto l’obbligo su tutto il territorio nazionale di possedere una “certificazione verde” anche detto "Green Pass" per poter svolgere o accedere alle seguenti attività:

- Bar e ristoranti al chiuso

- Spettacoli aperti al pubblico, eventi e competizioni sportivi

- Musei, altri istituti e luoghi della cultura e mostre

- Piscine, palestre, sport di squadra, centri benessere, anche all’interno di alberghi (solo al chiuso)

- Sagre e fiere, convegni e congressi

- Centri termali, parchi tematici e di divertimento

- Centri culturali, centri sociali e ricreativi (solo al chiuso)

- sale scommesse, sale bingo e casinò

- Concorsi pubblici

A partire dal 1 settembre, l’obbligo della certificazione verde è stato esteso anche al’imbarco sugli aerei, sui traghetti per il trasporto interregionale (esclusi collegamenti nello Stretto di Messina), treni Intercity e Alta velocità, autobus per il trasporto interregionale, autobus per servizi di noleggio con conducente,

Per questi fini una certificazione verde deve intendersi un documento da cui risulti l’avvenuta somministrazione di almeno una prima dose di vaccino da due settimane, oppure l’avvenuta guarigione dal Covid da non più di sei mesi, oppure la sottoposizione da meno di 48 ore a test molecolare o antigenico con esito negativo. I certificati rilasciati in uno Stato membro dell’UE o in un Paese terzo a seguito di vaccinazione riconosciuta dall’Agenzia Europea per i medicinali sono automaticamente riconosciuti se redatti in italiano, inglese, francese o spagnolo. Ai fini di questa sezione, sono esclusi dall’obbligo di presentare un certificato verde le persone escluse per età dalla campagna vaccinale (di fatto i minori di 12 anni).

Le misure in vigore nelle diverse aree

Al momento, le Regioni sono così ripartite:

- zona bianca: Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Lombardia, Marche, Molise, Piemonte, Provincia Autonoma di Bolzano, Provincia Autonoma di Trento, Puglia, Sardegna, Toscana, Umbria, Valle d’Aosta, Veneto.

- zona gialla: Sicilia;

- zona arancione: nessuna;

- zona rossa: nessuna;

Per i dettagli sulle misure nelle diverse aree si rimanda all’apposita pagina sul sito del Governo. In estrema sintesi:

- nelle zone bianche vigono le norme meno restrittive, inclusa la rimozione del divieto di circolazione notturna;

- nelle zone gialle, a partire dal 26 aprile è stato abolito il divieto di spostarsi da una regione gialla all’altra; è possibile andare a trovare parenti e amici fino ad un massimo di quattro persone (minori di 18 anni esclusi); dal 1 giugno è nuovamente possibile essere serviti in bar e ristoranti anche al chiuso, sono riaperti cinema e teatri per un numero di spettatori al 50% del totale dei posti disponibili; dal 1 luglio sono riaperti parchi tematici e terme; i musei sono aperti solo nei giorni infra-settimanali e – su appuntamento – nei fine settimana;

- nelle zone arancioni, sono vietati gli spostamenti al di fuori del proprio comune, salvo in presenza di “certificati verdi” (tampone effettuato nelle 48 ore precedenti o vaccini nei sei mesi precedenti, guarigione dal Covid non oltre i sei mesi precedenti); i bar sono aperti per asporto solo fino alle 18, mentre i ristoranti fino alle 22 sempre da asporto;

- nelle zone rosse sono vietati gli spostamenti anche all’interno del proprio comune; nelle zone arancioni e rosse, tuttavia, è possibile muoversi per motivi di salute, lavoro o necessità con autocertificazione ed è possibile uscire dalla regione o entrarvi in presenza di un “certificato verde”; bar e ristoranti restano chiusi.

A fini di prevenzione della diffusione dei contagi, è raccomandato di scaricare la app “ Immuni ”, che permette con il ricorso alla tecnologia bluetooth e nel rispetto della riservatezza, di avvertire gli utenti circa eventuali contatti ravvicinati con persone rivelatesi successivamente positive al Covid-19.


Luogo:

adiacenze

568