Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Misure adottate in Italia

 

Misure adottate in Italia

01/03/2021

Il Decreto del Presidente del Consiglio (DPCM) del 14 gennaio 2021 stabilisce le misure in vigore fino al 5 marzo 2021 ed obbligatorie su tutto il territorio nazionale:
- avere sempre con sé la mascherina (a partire da una età di sei anni), da indossare obbligatoriamente nei luoghi al chiuso diversi dalle abitazioni private e in tutti i luoghi all'aperto a eccezione dei casi in cui può essere garantito in maniera continuativa l’isolamento da persone non conviventi;
- mantenere una distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro;
- osservare il divieto di circolazione notturno in vigore dalle ore 22.00 alle ore 5.00, ad esclusione degli spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative, da situazioni di necessità ovvero per motivi di salute; nel resto della giornata è comunque raccomandato di evitare spostamenti.
Le attività dei servizi di ristorazione (fra cui bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie) sono consentite dalle ore 5.00 alle ore 18.00, mentre l’asporto è consentito fino alle ore 22 e non vi sono limiti alla consegna a domicilio.
Per i centri commerciali è prevista la chiusura nei giorni festivi e prefestivi ad eccezione delle farmacie, parafarmacie, punti vendita di generi alimentari, tabaccherie ed edicole al loro interno.
Viene introdotta la didattica a distanza per le scuole superiori, fatta eccezione per gli studenti con disabilità e in caso di uso di laboratori; mentre è prevista la didattica in presenza per scuole dell'infanzia, scuole elementari e scuole medie;
Sono inoltre sospese le attività di:
- palestre, piscine, centri benessere, centri termali;
- sale giochi, sale scommesse, sale bingo e casinò;
- spettacoli aperti al pubblico in sale teatrali, sale da concerto, sale cinematografiche e in altri spazi, anche all’aperto;
- le attività che abbiano luogo in sale da ballo e discoteche, al chiuso o all’aperto, nonché qualsiasi tipologia di festa, comprese quelle conseguenti cerimonie civili o religiose;
- le mostre e i servizi di apertura al pubblico dei musei e degli altri istituti e luoghi della cultura;
- lo svolgimento delle prove preselettive e scritte delle procedure concorsuali pubbliche e private.
Il DPCM individua inoltre quattro aree: bianca, gialla, arancione e rossa corrispondenti ai differenti livelli di criticità nelle Regioni del Paese e sottoposte a regolare revisione.
- Area bianca:  Sardegna

- Area gialla:Calabria, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Puglia, Sicilia, Valle d’Aosta, Veneto;

- Area arancione: Abruzzo, Campania, Emilia Romagna, Lombardia, Marche, Piemonte, Toscana, Provincia Autonoma di Bolzano, Provincia autonoma di Trento, Umbria;

- Area rossa:  Basilicata, Molise.


Per maggiori dettagli sulle misure nelle diverse aree si rimanda all’apposita pagina sul sito del Governo.
In breve, nell’area arancione, oltre alle citate norme valide su tutto il territorio nazionale:
- sono vietati gli spostamenti in entrata e in uscita da una Regione all'altra e da un Comune all'altro, salvo comprovati motivi con la raccomandazione di evitare spostamenti non necessari nel corso della giornata anche all'interno del proprio Comune;
- è possibile spostarsi dai comuni con meno di 5.000 abitanti in un raggio di trenta chilometri ma non verso i capoluoghi di provincia;
- bar e ristoranti sono chiusi 7 giorni su 7 mentre resta consentito l'asporto fino alle ore 22 e per la consegna a domicilio non ci sono restrizioni;
Nell’area rossa, oltre alle citate norme valide su tutto il territorio nazionale:
- è vietato ogni spostamento anche all'interno del proprio Comune, in qualsiasi orario, salvo che per motivi di lavoro, necessità e salute, sono di conseguenza vietati gli spostamenti da una Regione all'altra e da un Comune all'altro;
- bar e ristoranti sono chiusi 7 giorni su 7 mentre resta consentito l'asporto fino alle ore 22 e per la consegna a domicilio non ci sono restrizioni;
- i negozi sono chiusi fatta eccezione per supermercati, beni alimentari e di necessità;
- restano aperte edicole, tabaccherie, farmacie e parafarmacie, lavanderie, parrucchieri e barbieri;
- restano chiusi i centri estetici;
- sono sospese tutte le competizioni sportive salvo quelle riconosciute di interesse nazionale dal CONI e CIP, così come sono sospese le attività nei centri sportivi;
- resta consentito svolgere attività motoria nei pressi della propria abitazione e attività sportiva solo all'aperto.
A fini di prevenzione della diffusione dei contagi, è raccomandato di scaricare la app “ Immuni ”, che permette con il ricorso alla tecnologia bluetooth e nel rispetto della riservatezza, di avvertire gli utenti circa eventuali contatti ravvicinati con persone rivelatesi successivamente positive al Covid-19.


Luogo:

adiacenze

568