Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Viaggi verso il Belgio

 

Viaggi verso il Belgio

09/06/2021

Si fa presente che, considerata la situazione epidemiologica in Europa e nel mondo, la Farnesina raccomanda a tutti i connazionali prudenza nella pianificazione di viaggi all’estero.

***********

Chiunque entri in Belgio da un Paese UE o dell'area Schengen è tenuto nelle 48 ore prima dell’arrivo a riempire un formulario on line (Passanger Locator Form - PLF), ad esclusione dei soli ingressi in auto per soggiorni inferiori alle 48 ore o che facciano seguito a viaggi all’estero di pari durata. In arrivo da un paese extra Schengen ( ad ee. il Regno Unito), il PLF andrà completato in ogni caso.

A partire dal 19 aprile 2021 è venuto a cadere il divieto di viaggi non essenziali da/per l'area UE/Schengen (mentre restano vivamente sconsigliati nel caso dei Paesi terzi esclusi dalla comune lista UE). Restano confermate le formalità relative ai tamponi molecolari all'ingresso ed alla eventuale quarantena di sette giorni.

Le regole attuali per i viaggi dall’area UE/Schengen prevedono:

- in arrivo da una zona identificata come verde o arancione sulla pertinente pagina del sito belga dedicato, a sua volta aggiornato sulla base della cartina a colori consultabile sul sito Re-open EU, in linea di principio non si è tenuti ad obblighi di test o di quarantena; tuttavia una indicazione di quarantena può ancora essere ricevuta se la regione di provenienza era indicata come rossa o rosso-scuro nei 14 giorni precedenti (si segnala in proposito che Veneto, Friuli Venezia Giulia, Liguria, Umbria, Abruzzo, Molise, Sardegna, P.A. Trento non sono più rosse da almeno il 24 maggio; Lombardia, Piemonte,  Emilia Romagna, Marche, Lazio, Sicilia, P.A. Bolzano dal 31 maggio; Puglia, Campania e Toscana dal 7 giugno)

- fino al 1 luglio, i viaggiatori che soggiorneranno in Belgio per più di 48 ore in arrivo da una zona identificata come rosso-chiaro o rosso-scuro (o coloro che si sono visti richiedere la quarantena in base a quanto sopra) sono tenuti ad osservare l’obbligo di quarantena con test da effettuarsi il primo e il settimo giorno (nel caso dei residenti), oppure nelle 72 ore precedenti la partenza ed al settimo giorno (nel caso dei non residenti) con il codice che verrà inviato per sms al numero registrato sul PLF; per i non residenti in arrivo da una zona rossa resta inoltre l'obbligo di presentare il risultato negativo di un test "molecolare PCR" effettuato nelle 72 ore precedenti la partenza verso il Belgio, redatto in francese, fiammingo, tedesco o inglese e certificato da un medico, cui si aggiunge l'obbligo di sottoporsi a test anche all’arrivo nel Paese se si è stati in precedenza nel Regno Unito, in Sud Africa o nell’America meridionale;

- a partire dal 1 luglio, i viaggiatori in arrivo da una zona rosso-chiaro o rosso-scuro saranno esentati dagli obblighi di quarantena se in possesso di certificato digitale da cui risulti una avvenuta vaccinazione completa (+ 2 settimane), oppure un test PCR effettuato nelle 72 ore precedenti oppure di essere guariti dal Covid; i residenti in Belgio possono in alternativa effettuare un test PCR entro il secondo giorno dal rientro.

Per viaggi in arrivo da Paesi terzi extra-UE si prega di consultare la pertinente pagina del sito belga dedicato.

Limitate eccezioni all’obbligo di test riguardano chi si trovi a transitare esclusivamente nell’area transiti extra-Schengen degli aeroporti e i trasportatori di merci destinate alla vendita in Belgio o in transito e per chi sia esentato dal riempire il PLF; quelle all’obbligo di quarantena riguardano i lavoratori che svolgono una funzione critica in un settore essenziale, che potranno recarsi al lavoro con una attestazione del datore di lavoro e gli studenti universitari che devono recarsi a svolgere esami.

Nel caso di viaggi di natura professionale verso il Belgio fino a cinque giorni, l'invitante/cliente belga potrà riempire preventivamente un modulo on line (Business Travel Abroad-BTA) al fine di ottenere un codice che il viaggiatore dovrà poi inserire sul PLF ; sulla base del test di autovalutazione annesso al PLF, il viaggiatore potrà cosi' eventualmente essere sollevato dall'obbligo di quarantena in arrivio da una zona rossa (attenzione, non si tratta infatti di una esenzione garantita).

Si fa altresi presente che sarà possibile interrompere la quarantena nel caso si lasci il Paese.

Si raccomanda di monitorare le FAQs del sito istituzionale belga dedicato per le eventuali ulteriori precisazioni di dettaglio che dovessero essere diramate dalle Autorità.

Per approfondimenti, si prega di visitare il sito https://www.info-coronavirus.be/fr/faq/, alla sezione “International” o l’apposita pagina del Ministero degli Affari Esteri belga.


570