Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Viaggi verso il Belgio

 

Viaggi verso il Belgio

13/09/2021

 

tlchargement

Si fa presente che, considerata la situazione epidemiologica in Europa e nel mondo, la Farnesina raccomanda a tutti i connazionali prudenza nella pianificazione di viaggi all’estero.


Da gennaio 2020, perdura in tutto il mondo l’emergenza sanitaria causata da COVID-19. Tutti coloro che intendano recarsi all’estero, indipendentemente dalla destinazione e dalle motivazioni del viaggio, devono considerare che qualsiasi spostamento, in questo periodo, può comportare un rischio di carattere sanitario. In particolare, nel caso in cui sia necessario sottoporsi a test molecolare o antigenico per l’ingresso/rientro in Italia, si rammenta che i viaggiatori devono prendere in considerazione la possibilità che il test dia un risultato positivo. In questo caso, non è possibile viaggiare con mezzi commerciali e si è soggetti alle procedure di quarantena e contenimento previste dal Paese in cui ci si trova. Tali procedure interessano, secondo la normativa locale, anche i cosiddetti “contatti” con il soggetto positivo, che sono ugualmente sottoposti a quarantena/isolamento dalle autorità locali e a cui non è consentito spostarsi. Si raccomanda, pertanto, di pianificare con massima attenzione ogni aspetto del viaggio, contemplando anche la possibilità di dover trascorrere un periodo aggiuntivo all’estero, nonché di dotarsi di un’assicurazione sanitaria che copra anche i rischi connessi a COVID-19.

***********

Chiunque entri in Belgio da un Paese UE o dell'area Schengen è tenuto nelle 48 ore prima dell’arrivo a riempire un formulario on line (Passanger Locator Form - PLF), ad esclusione dei soli ingressi in auto per soggiorni inferiori alle 48 ore o che facciano seguito a viaggi all’estero di pari durata. In arrivo da un paese extra Schengen ( ad es. il Regno Unito), il PLF andrà completato in ogni caso.

Oltre all’obbligo del PLF, le regole attuali per i viaggi dall’area UE/Schengen prevedono:

- per i viaggiatori in arrivo da una zona rosso-chiaro o rosso-scuro (o che lo è stata nei 14 giorni precedenti) sulla pertinente pagina del sito belga dedicato, a sua volta aggiornato sulla base della cartina a colori consultabile sul sito Re-open EU, l’obbligo di possedere un certificato da cui risulti una avvenuta vaccinazione completa (+ 2 settimane), oppure la guarigione dal Covid avvenuta nei sei mesi precedenti; In alternativa, potrà essere presentata una ceritificazione attestante l’avvenuta sottoposizione ad un tampone PCR nelle 72 ore precedenti (i residenti possono effettuare il test anche all’arrivo), cui segue l’obbligo di effettuare un secondo test il settimo giorno, senza quarantena nel frattempo. Attenzione: solo per la regione di Bruxelles-Capitale, ai non vaccinati sarà imposto una quarantena di 10 giorni, che potrà essere interrotta sulla base del risultato del test del settimo giorno   Per l’Italia, sono attualmente indicate come rosse Basilicata, Calabria, Marche, Toscana Sardegna , Sicilia, (le stesse regole si applicano al Lazio, non più rosso dal 4 settembre).

- per i viaggiatori in arrivo da una zona indicata come verde o arancione non vi sono altri obblighi.

Per viaggi in arrivo da Paesi terzi extra-UE si prega di consultare la pertinente pagina del sito belga dedicato.

Limitate eccezioni all’obbligo di test riguardano chi si trovi a transitare esclusivamente nell’area transiti extra-Schengen degli aeroporti e i trasportatori di merci destinate alla vendita in Belgio o in transito e per chi sia esentato dal riempire il PLF.

Si raccomanda di monitorare le FAQs del sito istituzionale belga dedicato per le eventuali ulteriori precisazioni di dettaglio che dovessero essere diramate dalle Autorità.

Per approfondimenti, si prega di visitare il sito https://www.info-coronavirus.be/fr/faq/, alla sezione “International” o l’apposita pagina del Ministero degli Affari Esteri belga.


570