Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

LA CARTA D'IDENTITA' ELETTRONICA (CIE)

 

LA CARTA D'IDENTITA' ELETTRONICA (CIE)

La carta d'identità elettronica (CIE) è un documento d’identità e sostituisce la carta di identità cartacea.

La CIE consente anche di viaggiare all’interno dell’Unione Europea, di recarsi in Stati che non fanno parte della UE ma aderiscono
all'accordo di Schengen (come ad es. Islanda, Norvegia e Svizzera) e in altri Stati con cui sono stati raggiunti accordi bilaterali (vedasi le singole “schede Paese” sul sito www.viaggiaresicuri.it ).

La CIE consente inoltre di accedere ai servizi online delle Pubbliche Amministrazioni italiane, attraverso un codice rilasciato in fase di emissione.

A partire dal 30 novembre 2020, la Cancelleria Consolare dell’Ambasciata d’Italia a Bruxelles rilascia la Carta d’Identità Elettronica (CIE).

Cliccando su questo link, sarà possibile visionare un breve video informativo

 

REQUISITI

La CIE può essere rilasciata da questa Cancelleria Consolare soltanto ai cittadini italiani residenti nella circoscrizione consolare di Bruxelles, e regolarmente iscritti A.I.R.E. (Anagrafe degli Italiani Residenti all'Estero).

Sebbene sia possibile ottenere la conversione in CIE di una carta d’identità cartacea, nella fase iniziale sarà data priorità alle richieste di coloro che hanno la carta d’identità in scadenza (meno di 6 mesi) o scaduta.

I non iscritti A.I.R.E. dovranno innanzitutto regolarizzare la propria posizione anagrafica, tramite il portale FAST-IT, e poi attendere la conferma di avvenuta iscrizione A.I.R.E. da parte del Comune Italiano di ultima residenza.

Per i neonati, i genitori potranno richiedere la CIE solo ad avvenuta conclusione del procedimento di iscrizione AIRE (per informazioni sull’iscrizione si rimanda alle pagine di questo sito dedicate a Stato Civile e A.I.R.E.). Nota Bene: per il primo rilascio di CIE è necessaria la presenza di entrambi i genitori.

SI RICHIAMA L’ATTENZIONE DEI CONNAZIONALI SULLA NECESSITÀ DI AVERE IL PROPRIO DOSSIER CONSOLARE AGGIORNATO PRIMA DI RICHIEDERE UNA CIE (indirizzo, stato civile, figli minori regolarmente iscritti all’Anagrafe consolare).

LE RICHIESTE DI CARTA D’IDENTITÀ ELETTRONICA NON POTRANNO INFATTI ESSERE EVASE SE IL DOSSIER CONSOLARE DEL RICHIEDENTE NON RISULTA AGGIORNATO. PER VERIFICARE LO STATO DEL PROPRIO DOSSIER SI POTRÀ UTILIZZARE IL FAST-IT

Il cambio di indirizzo non comunicato al competente Ufficio Anagrafe/AIRE della Cancelleria Consolare impedisce il rilascio della CIE.
Prima della richiesta, sarà pertanto necessario comunicare la variazione di indirizzo tramite il portale FAST-IT e attendere la relativa conferma, che avviene normalmente via posta elettronica, da parte del competente ufficio consolare.

Infine, per ottenere la CIE è indispensabile essere in possesso di un Codice Fiscale italiano, validato dall’Agenzia delle Entrate. I connazionali che non ne siano ancora in possesso sono pertanto invitati a farne richiesta al competente Ufficio di questa Cancelleria Consolare ( sociale.bruxelles@esteri.it  ) prima di prenotare un appuntamento per il rilascio della CIE, al fine di evitare l’allungamento dei tempi dell’istruttoria o addirittura l’annullamento o rinvio dell’appuntamento.

PROCEDURA

La richiesta della carta d’identità elettronica può’ essere presentata soltanto su appuntamento che il richiedente dovrà fissare utilizzando la piattaforma PrenotaOnline      ATTENZIONE! - Seguire scrupolosamente le istruzioni fornire tutti i dati richiesti prima di selezionare la data utile per l’appuntamento.

Salvo diversa comunicazione da parte del competente Ufficio consolare, ci si dovrà presentare allo sportello preposto (Rue de Livourne 38, 1000 - Bruxelles) il giorno dell’appuntamento, all’ora prefissata, muniti di:

  • precedente carta d’identità (o eventuale denuncia di furto/smarrimento della stessa fatta presso le competenti autorità di Polizia) oppure, se non si è già in possesso di carta d’identità, altro documento di identità; se la CIE è richiesta per un minorenne, è necessario che anche i genitori accompagnatori presentino un documento di riconoscimento con foto
  • Documento di soggiorno belga (Carta E, Carta E+, Carta d’Identità Speciale) in corso di validità.
  • 1 foto-tessera a colori (recente, su sfondo uniforme e con espressione neutra).
  • nel caso in cui il richiedente abbia figli minori di 18 anni, atto di assenso al rilascio, compilato, datato e firmato (e accompagnato dalla copia del relativo documento di identità) dall’altro genitore, a prescindere dallo stato civile del richiedente (celibe/nubile, coniugato, separato o divorziato).

Se il genitore che firma l’assenso non è cittadino dell'Unione Europea, la sua firma dovrà essere autenticata: negli Uffici consolari al momento dell'appuntamento, oppure presso le competenti autorità locali del Belgio, o presso un Ufficio Consolare italiano se il firmatario risiede in un altro Paese.

  • nel caso in cui il richiedente sia un minore, e sia accompagnato da un solo genitore, l’altro genitore dovrà compilare il prescritto atto di assenso in analogia a quanto riportato sopra. É richiesta la presenza di entrambi i genitori (o di un genitore più un altro testimone) se si tratta del primo documento di identità richiesto.
  • Euro 21,95 (in caso di primo rilascio o rinnovo) oppure Euro 27,11 (in caso di duplicato per deterioramento, furto o smarrimento della carta d’identità precedente). Il pagamento si effettua preferibilmente con carta Bancontact (circuito nazionale belga), in alternativa in contanti (non sono accettate carte dei circuiti internazionali quali Visa e Mastercard)

Il giorno dell’appuntamento l’operatore consolare acquisisce la documentazione indicata al punto precedente, effettua il riconoscimento del richiedente, verificandone anche la foto-tessera e procede alla rilevazione delle impronte digitali e della firma (tale rilevazione non è prevista per i minori di anni 12). 

ATTENZIONE! IL GIORNO DELL'APPUNTAMENTO LA CARTA D'IDENTITà DI CUI SI è IN POSSESSO, QUALORA ANCORA VALIDA,  VERRA' RITIRATA/ANNULLATA : SI RESTERA' PERTANTO PRIVI DI UNA CARTA D'IDENTITA' FINO ALLA RICEZIONE DELLA NUOVA.  

La presenza dei minori di 12 anni è comunque indispensabile ai fini della loro identificazione da parte del funzionario consolare, a meno che non si produca una foto autenticata (anche da parte delle autorità locali) del minore.

L’invio in produzione della CIE avviene ad opera dell’Ufficio consolare, contestualmente alla corretta presentazione della domanda.

La CIE è emessa direttamente dal Ministero dell’Interno, tramite i servizi dell’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato che ne cura la spedizione, a mezzo raccomandata, all’indirizzo estero di residenza del richiedente entro 15 giorni dall’invio in produzione, unitamente alla seconda parte dei codici per l’accesso ai servizi digitali della Pubblica Amministrazione. Al momento della richiesta è rilasciata al connazionale una ricevuta contenente la prima parte di tali codici, oltre ad un codice identificativo per il tracciamento della spedizione.

Anche per la CIE, la validità del documento varia a seconda dell'età del titolare:

3 anni di validità per i minori di età compresa tra 0 e 3 anni;

5 anni di validità per i minori di età compresa tra 3 e 18 anni;

10 anni di validità per i titolari che abbiano già compiuto i 18 anni di età al momento dell’invio in produzione.

 

Per ogni ulteriore informazione, si potrà scrivere a passaporti.bruxelles@esteri.it


542